Liturgia della Settimana

admin

Festa del Santuario - 02/07/2013

[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_941468_486620888080970_589359057_n_800x600.jpg]15080
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_941765_486620984747627_1044309280_n_800x600.jpg]9850
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_996802_486620911414301_511801718_n_800x600.jpg]7030
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_1001358_486620944747631_1706546180_n_800x600.jpg]5970
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_1003124_486621011414291_1259195983_n_800x600.jpg]5040
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn0582_800x600.jpg]4570
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn0584_800x600.jpg]4170
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn0585_800x600.jpg]3850
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn0586_800x600.jpg]3810
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn0587_800x600.jpg]3610
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn0588_800x600.jpg]3491
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn0589_800x600.jpg]3270
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn0594_800x600.jpg]3270
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn0595_800x600.jpg]3160
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9923_800x600.jpg]3400
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9927_800x600.jpg]3160
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9928_800x600.jpg]2970
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9931_800x600.jpg]2800
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9939_800x600.jpg]2800
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9943_800x600.jpg]2590
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9946_800x600.jpg]2440
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9947_800x600.jpg]2500
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9951_800x600.jpg]2330
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9955_800x600.jpg]2280
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9963_800x600.jpg]2330
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9964_800x600.jpg]2280
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9965_800x600.jpg]2300
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9967_800x600.jpg]2400
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9968_800x600.jpg]2231
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9970_800x600.jpg]2270
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9973_800x600.jpg]2240
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9974_800x600.jpg]2160
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9978_800x600.jpg]2100
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9981_800x600.jpg]2260
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9982_800x600.jpg]2180
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9983_800x600.jpg]2130
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9984_800x600.jpg]2180
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9985_800x600.jpg]2060
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9986_800x600.jpg]2090
[img src=http://www.santuariocanneto.it/wordpress/wp-content/flagallery/festa-del-santuario-02072013/thumbs/thumbs_dscn9991_800x600.jpg]2140

Il 2 luglio, al tramonto, nel seno del Canneto di Gallipoli si celebrerà la festa della Madonna del Canneto, l’antico porto peschereccio, e una statua in vetroresina realizzata dall’artista Tiziano Scarpina, sarà calata sul fondo per poi farla emergere come un’apparizione miracolosa. Si ripeterà l’antico leggenderaio miracolo avvenuto molti secoli fa in quello che allora era un aquitrinio paludoso.

Augusto Benemeglio ha realizzato questo reportage sulla singolare festa gallipolina(n.d.r.).

• Sui gradini del Canneto

Sui gradini del Santuario rosa della Madonna del Canneto, insieme ai pescatori intenti a riparare le reti, o a costruire quelle splendide nasse, lavorate a fil di canna da vecchi dalle dita di ragno, maestri pazienti, lucidi e perfetti sotto un cielo viola d’una giornata gonfia di nuvole di metà giugno e amorini paffuti, stanno in attesa della trionfante sposa. Nasse, dicevamo, nasse meravigliose, uniche, così grandi da parere “lo scheletro di un mappamondo gigantesco, e così leggere come una bolla di sapone“, leggere come un guscio d’uovo, ma di una perfezione geometrica, in cui si celebra il trionfo degli intrecci.
Ma ecco che all’esterno della Chiesa vedo una nuova statua della Madonna, che richiama alla mente lontani echi michelangioleschi, una statua col volto di una fanciulla gallipolina, alta come una colonna di luce, che ha ai suoi piedi la chiesa del Canneto, a lei dedicata fin dal XII secolo, quando fu per la prima volta edificata e, poi, nel corso dei secoli, mille volte distrutta e riedificata fino a quello splendore barocco che si vede oggi, con le sue architetture, le sue cornici, i suoi stucchi, i suoi quadri, una sorta di grande arca marina che ha odore di rosa quotidiana, che fa musica ad ogni tramonto e si muove nell’aria e nel tempo, si muove perpetuamente nella sua immobilità di carparo, pietra di miele e di rosari, di quiete, di silenzio in un gran concerto di violini che ti strappa il cuore , un silenzio senza fine che ti porta faccia a faccia con il destino, il tuo destino.

• Don Gigi De Rosa

Anch’essa solenne e lieve, nonostante la sua altezza (due metri e mezzo), è una statua in vetroresina, perché deve avere caratteristiche particolari, deve essere forte e leggera, deve saper galleggiare sull’acqua, come una nave, appunto. “E la Madonna è una nave, di fede, di speranza, di futuro, per tutti”, mi dice don Gigi De Rosa, sul pronao del Santuario, a fianco della statua, che deve essere restaurata.
Eccolo il vecchio Rettore del Santuario, l’amico dei tempi eroici, – un abbraccio, un sorriso, un ola – quasi vent’anni dopo. E’ un po’ più curvo, un po’ più magro, un po’ più pallido, ma col sorriso di sempre, bonario, aperto, fanciullesco, pronto alla marachella (questa idea della nuova Madonna – penso io – è sicuramente opera sua); eccolo con l’infaticabile voglia di fare cose nuove, continuare a stupire con la sua fantasia, la sua grande immaginazione, la sua grande capacità intuitiva. E’ ancora lui, pioniere della cultura popolare, intatto, come vent’anni fa, quando si andava insieme a far conoscere in tutto il meridione chi era San Gerardo Majella, o il grande Don Tonino Bello; eravamo in giro per la Puglia, per la Campania, per la Lucania. E’ lui sempre presente, lui, il prete finto pigro della pennichella, il prete dalla voce baritonale che non aveva bisogno di microfoni, (il microfono ce l’ho incorporato, diceva), sempre pieno di idee, di iniziative, pieno di fervore e di energie interiori, eccolo sui gradini di uno dei santuari più belli e fascinosi d’Italia che mi racconta una nuova storia della “città bella”.

Continua a leggere